Progetto Zoe Cafè

logo zoe cafè

Il gruppo informale di giovani che gravitano attorno a Casa ZOE, propone la riqualificazione di una parte dell’edificio e dell’area verde esterna, presentando il progetto “Zoe Cafè – Il chicco si fa comunità” al bando Culturability 2015 (http://culturability.org/)

 Il progetto intende creare un cafè, un punto d’incontro che si basa sulla naturale propensione ad aggregarsi di una comunità, che si fonda sulla divulgazione della cultura del recupero e la diffusione dei saperi, sulla creazione di un senso di comunità che faccia propria la responsabilità del mutuo aiuto e della collaborazione.

Il Cafè diventa un luogo intergenerazionale dove scambiare competenze e tempo. L’innovazione sociale e la sostenibilità del progetto risiede nella possibilità di auto-sostenersi attraverso il cafè. Le persone a cui è rivolto il progetto sono in primis coloro che gravitano intorno al Centro ZOE (bambini e famiglie, anziani e giovani, studenti, lavoratori  e/o disoccupati) ed anche da chi abita e frequenta il centro storico di Moncalieri. Zoe Cafè offrirà un servizio alla comunità e allo stesso tempo diventerà punto fisico dove si aggregano le informazioni e le attività.

 Il gruppo si impegna ad avviare un processo di progettazione condivisa che avrà come obiettivo centrale la riqualificazione degli spazi interni ed esterni all’interno dell’area del Centro Zoe per creare un modello positivo che sappia valorizzare l’esistenza in loco già di alcune esperienze importanti, come il Centro Anziani e il progetto Casa Zoe.

I punti cardine attorno ai quali si lavorerà per la progettazione partecipata sono:

- fornire alla comunità uno spazio di sperimentazione culturale per gruppi d’arti sceniche
- sperimentare nuove forme di mutuo sostegno e valorizzare lo sviluppo di comunità
- preservare e trasmettere conoscenza tra generazioni
- diffondere la cultura della sostenibilità, tramite la prassi della riparazione, il riuso ed il valore del riciclo
- fornire occasioni di incontro e di scambio nel contesto di eventi locali aperti a tutti
- offrire spazi di cordialità e condivisione

Lo spazio è officina della creatività, dove attorno ad un cafè si offrono servizi, contenitori d’idee e laboratori creativi, pensati e proposti da e per la comunità, nelle sue varie sfaccettature: tessitura e knitting creativo e rigenerativo di abiti vecchi (con l’idea di metterlo in rete con esperienze locali virtuose quali ad esempio Cristina Ti), riparazione e riuso oggetti (può nascere a Moncalieri il primo Café Repair italiano – vedi http://repaircafe.org/), l’orto comunitario e i suoi prodotti diventano merende sane per il cafè, riappropriazione dello spazio esterno (creazione di un forno comunitario in terra cruda, angolo barbecue, messa a punto del cortile e attivazione collaborazioni per l’animazione del sottostante giardino pubblico), incontri con le eccellenze artigiane del territorio.

Il progetto si basa sulla necessità di lavorare sull’ empowerment della comunità rendendo possibile lo sviluppo di azioni nate dalle esigenze della cittadinanza che potrà usufruire degli spazi allestiti e disponibili.

Le proposte iniziali, sviluppate anche in base alla competenze del gruppo di giovani proponente, saranno arricchite da una programmazione culturale (teatro, cine-proiezioni, dibattiti tematici, mostre ed eventuali feste), e successivamente si valuterà anche la calendarizzazione di aperture dello spazio per co-working di genitori, mentre i bimbi usufruiscono della ludoteca di Casa Zoe.

Scarica il pdf con le immagini descrittive del progetto!